Prima sono gli occhi /o forse è l’odore

delle cose / che li apre / o il suono / o il

tepore / della pelle

Prima la percezione / che prende

intenerisce o fa duro il cuore / ci sono le

distese immense / il mare / la gente seduta

in cerchio / a chiacchierare e scambiarsi /

sorrisi

E prende forma il pensiero / grazie alle parole

che ho imparato o che ho inventato /

questo struggente desiderio / che ritorni la terra /

argilla rossa e morbida / da plasmare di

nuovo

***************************

 

La solitanza donata

dalla vita – con gratitudine

afferrata – mi dà spazio

per guardare annusare

ascoltare

 

**************************

Meraviglioso incontro

e smarrimento

passione generosa

splendore di giorni mesi

anni – a volte complicità amicizia

: amore

 

Oggi ti evocano

per rituali di malvagità e violenza